domenica 9 settembre 2007

Il Mulo ingannatore



Hai saputo che esce "Our love to admire", l'ultimo disco degli Interpol, e la cosa non ti lascia indifferente. Loro probabilmente non sono il tuo gruppo preferito, ma hanno scritto due tra le canzoni che più ti piace ascoltare quando vuoi crogiolarti nello spleen metropolitano. Sei perciò curioso di sapere se nel loro terzo lavoro potrai trovare qualche altro punteruolo per trafiggerti quando sarà il momento. Poi c'hai la radio (hai è una parola grossa, visto che ti ospitano, però non divaghiamo), e sai che gente come loro al tuo pubblico piace e sarebbe bello dargli un assaggio in anteprima per vedere se vale la pena spendere 20 euro per il cd. Il fatto è che quei soldi non vuoi spenderli neanche tu, a scatola chiusa, e così ti rivolgi all'animale che tante volte ti ha fatto arrivare prima degli altri e che, ne sei certo, anche stavolta saprà procurarti ciò che cerchi. Nonostante sia un mulo, alla tua interrogazione risponde subito, proponendoti pure un sacco di alternative. Godi, ancor prima di consumare. Però hai fretta di arrivare al dunque: prima, mah, seconda, terza, boh. Salti alla decima, un pò infastidito. Ma questi chi sono? "Dove stanno i riffetti inconfondibili del chitarrista? E quel vocione, metà tenore metà camionista, di Banks?" Sembra che gli abbiano messo un riduttore di potenza. Non ti fidi, così un paio di settimane dopo ripeti la domanda. Il mulo ti da le stesse risposte e ne aggiunte altre, come succede sempre quando gli dai un pò di tempo in più per rifletterci (a pensarci bene, non è l'unico a cui succede). Stavolta scegli un'altra opzione, ma il risultato non cambia. Vabbè, ti rassegni. Ne parli coi tuoi amici, ben più interpolati di te. "Che delusione, sto disco!" - pontifichi. "Ma no, dai, non esagerare. Non sarà al livello degli altri, ma almeno 3-4 cose buone ci sono". Sarà, ma a me non dice proprio niente. Torni a casa e ci dormi su. Il giorno dopo torni a battere dove l'orecchio duole, sforzandoti di trovare quelle "3-4 cose buone". All'improvviso, anche se con poca convinzione, decidi di fare un ultimo tentativo, stavolta da quello che DiCe di essere "più positivo" dell'altro. Anche lui ti da la sua risposta. Ma stavolta è un'altra musica. Quella che t'aspettavi, quella che ti prende allo stomaco. Quanto vale realmente lo deciderai un'altra volta. Ora devi pensare a come fare elegantemente retromarcia con i tuoi amici. Perchè il Mulo è efficiente, ma se non sei attento rischia di farti fare la figura dell'asino.

2 commenti:

Viandantediponente ha detto...

uhauhauah...almeno coi fiolm uno s'accorge subito..ma in questo caso è davvero difficile distinguere.. sarei curiosa di sapere com'è andata la retromarcia ^____^ e com'è che i tuoi amici non t'hanno chiesto:"ma abbiamo sentito lo stesso cd?" :p

Aspetto allora le nuove puntate di RadioNero fiduciosa sah?

Basciiii*

Den

poetadisottofondo ha detto...

la retromarcia la devo ancora inserire... sto elaborando la strategia per una ritirata onorevole :)