giovedì 17 dicembre 2009

RadioNero Music Awards 2009 pt. 2



Dalle 21.30 alle 23. La seconda e ultima parte della classifica. Posizioni dalla 39 alla 1. La prima parte qui.

Listen Radionero Awards 2009 pt.2

Download
Compilation
10 Brownswood Bubblers vol. 4
9 Protected Massive Samples
8 Tru Thoughts cover
7 Nicola Conte presents Spiritual Swingers
6 Nova Tunes 2.0
5 Mad Men season 2 OST
4 Sulle rive del tango - L'incontro
3 The Boat That Rocked OST
2 Late night tales by Snow Patrol
1 Light: On The South Side

Album
40 Who Made Who - The plot
39 Uptown Funk Empire - The Empire Strikes Back
38 Matias Aguayo - Ay Ay Ay
37 Prince - LotusFlow3r
36 Ghemon & The Love 4tet - E poi, all'improvviso, impazzire
35 Piers Faccini - Two Grains Of Sand
34 Malika Ayane - Malika Ayane
33 Fink - Sort of Revolution
32 Kantango - Ida y Vuelta
31 The bird and the bee - Ray guns are not just the future
30 Shawn Lee & Clutchy Hopkins - Fascinating Fingers
29 Lorenzo Tucci - Touch
28 Bat For Lashes - Two suns
27 Franz Ferdinand - Tonight
26 Pet Shop Boys - Yes
25 Nitin Sawhney - London Undersound
24 Phoenix - Wolfang Amadeus Phoenix
23 Oi Va Voi - Travelling the face of globe
22 Massive Attack - Splitting the Atom EP
21 Joe Barbieri - Maison maravilha
20 Mocky - Saskamodie
19 24 Carat Black - Gone: the promises of yesterday
18 Ludovico Einaudi - Nightbook
17 The XX - XX
16 Niccolò Fabi - Solo un uomo
15 Lily Allen - It's not me, it's you
14 Sting - If on a winter's night...
13 The Raah Project - The Score
12 The Phenomenal Handclap Band - The Phenomenal Handclap Band
11 Julian Plenti - Julian Plenti is... Skyscraper
10 Lura - Eclipse
9 Dente - L'amore non è bello
8 Kings of Convenience - Declaration of dependence
7 Mayer Hawthorne - A strange arrangement
6 Q-Tip - Kamaal the Abstract
5 Bobo Rondelli - Per amor del cielo
4 Golden Silvers - True Romance
3 The Whitest Boy Alive - Rules
2 Andrew Bird - Noble Beast
1 Gossip - Music for Men

giovedì 10 dicembre 2009

RadioNero Music Awards 2009 pt. 1



50 dischi usciti nel 2009 - 40 album, 10 compilation - che da queste parti non sono passati inosservati.
Si procede a targhe alterne. Stasera si parte con le pari.
Download
listen RadioNero Music Awards '09 pt. 1

Compilation
10 Brownswood Bubblers vol. 4
8 Tru Thoughts cover
6 Nova Tunes 2.0
4 Sulle rive del tango - L'incontro
2 Late night tales by Snow Patrol
Album
40 Who Made Who - The plot
38 Matias Aguayo - Ay Ay Ay
36 Ghemon & The Love 4tet - E poi, all'improvviso, impazzire
34 Malika Ayane - Malika Ayane
32 Kantango - Ida y Vuelta
30 Shawn Lee & Clutchy Hopkins - Fascinating Fingers
28 Bat For Lashes - Two suns
26 Pet Shop Boys - Yes
24 Phoenix - Wolfang Amadeus Phoenix
22 Massive Attack - Splitting the Atom EP
20 Mocky - Saskamodie
18 Ludovico Einaudi - Nightbook
16 Niccolò Fabi - Solo un uomo
14 Sting - If on a winter's night
12 The Phenomenal Handclap Band - The Phenomenal Handclap Band
10 Lura - Eclipse
8 Kings of Convenience - Declaration of dependence
6 Q-Tip - Kamaal the Abstract
4 Golden Silvers - True Romance
2 Andrew Bird - Noble Beast

giovedì 3 dicembre 2009

mercoledì 2 dicembre 2009

mercoledì 25 novembre 2009

The best editor in the last 150 years



Pensavo che tale Carlo Antonelli, direttore di una testata che (forse in altri paesi) ha ancora una certa credibilità, avesse toccato il suo apice creativo con questo.
L'avevo sottovalutato.

martedì 24 novembre 2009

Rebirth and Regeneration



Gil Scott-Heron & Brian Jackson - The Bottle-Guan Guanco (live)

Download (16 Mb)

giovedì 19 novembre 2009

Joga Bonito



Povero Giuan.
Moviola in gambo!

"Time to get up again"

Gil is back.

Radionero introduces the GOLDEN SILVERS



Credo che i Golden Silvers possano essere considerati, senza timore di obiezioni, gli eredi naturali di quanto di più creativo, frizzante, intelligente abbia proposto il pop-rock inglese negli ultimi trent'anni. Se fossimo negli Ottanta, sarebbero un supergruppo formato da Morrisey, Elton John e Paul Weller. O i Clash sandinisti che suonano al Club Tropicana. Nei Novanta Damon Albarn li certamente avrebbe assunti come Gorillaz. E dieci anni dopo Calvin Harris si sarebbe offerto volentieri di remixarli.
Ma siamo nel 2009, e tutte queste suggestioni si possono trovare in un disco solo.
Per questo, quando si dovrà compilare la classifica dei migliori dischi dell'anno, "True Romance" dovrà necessariamente occupare un posto in alto. Molto in alto.

Il video di True Romance (True No. 9 Blues). Si consiglia di guardarlo fino all'ultimo secondo.
Listen RadioNero 19 nov

download (76 Mb)
playlist
Golden Silvers - True Romance (True No. 9 Blues)
Golden Silvers - Magic Touch
Golden Silvers - Here Comes The King
Golden Silvers - Arrows Of Eros
Golden Silvers - Fade To Black
Pet Shop Boys - King of Rome
Bat For Lashes - Daniel
Boozoo Bajou - Same sun
Sting - Christmas At Sea
Cocteau Twins - Alice
Massive Attack vs Mad Professor - Moving Dub (Better Things)
Gil Scott-Heron - Where Did The Night Go
The Clash - Lightning Strikes (Not Once But Twice) (US Promo 12")
Supergrass - Alright
Housemartins - Happy Hour
Pnau - With You Forever (Original Mix)
CFCF - Big Love
RadioNero secret track

martedì 17 novembre 2009

Palestra di vita



Verdone in trent'anni di carriera non ha mai raggiunto vette così alte.

Qui altri consigli per dare un po' di brianza al proprio corpo.

venerdì 13 novembre 2009

Diventare grandi

Morte naturale

12 Novembre 2009 -- "Il potere dichiara che il giovane arrestato di nome Gesù figlio di Giuseppe è morto perché aveva le mani bucate e i piedi pure, considerato che faceva il falegname e maneggiando chiodi si procurava spesso degli incidenti sul lavoro. Perché parlava in pubblico e per vizio si dissetava con l´aceto, perché perdeva al gioco e i suoi vestiti finivano divisi tra i vincenti a fine di partita."

"I colpi riportati sopra il corpo non dipendono da flagellazioni, ma da caduta riportata mentre saliva il monte Golgota appesantito da attrezzatura non idonea e la ferita al petto non proviene da lancia in dotazione alla gendarmeria, ma da tentativo di suicidio, che infine il detenuto è deceduto perché ostinatamente aveva smesso di respirare malgrado l’ambiente ben ventilato. Più morte naturale di così toccherà solo a tal Stefano Cucchi quasi coetaneo del su menzionato
."
(Erri de Luca, scrittore)

Pimp up the Jam!

giovedì 12 novembre 2009

RadioNero introduces MAYER HAWTHORNE



Negli ultimi tempi la Capitale non è che offra moltissimo a chi voglia ascoltare un po' di musica live dal respiro internazionale che non sia la classica o il jazz di qualche mostro sacro ancora vivo. Per questo ho rosicato un bel po' quando ho scoperto che il 4 novembre, un giorno prima di conoscerlo, Mayer Hawthorne si era esibito al Circolo degli Artisti, e per di più aggratisse. Beh, credo che le due cose insieme (Roma+ aggratisse) non capiteranno più. Se non altro perchè il ragazzo del Michigan col cuore Motown e i vestiti di Clark Kent ha sfoderato un debutto che ha sorpreso un po' tutti, primo fra tutti il capo della Stones Throw, l'etichetta californiana dell'hip-hop "colto" (Madlib, Quasimoto, Breakestra, J Dilla, Dudley Perkins, tra gli altri). "Mi ha fatto ascoltare solo un paio di canzoni e, quando mi ha detto che non erano cover, non ci potevo credere. Tantomeno potevo credere che avesse suonato tutti gli strumenti". Non è dato sapere la faccia che il boss ha fatto quando ha scoperto che era di Hawthorne pure la voce, un falsetto zuccherosissimo degno della migliore tradizione soul dei vari di Smokey Robinson, Curtis Mayfield e Marvin Gaye. Si sa però che sono bastati quei due pezzi per metterlo sotto contratto, "cosa che non avevo mai fatto prima, ma sentivo che era giusto farlo". Che l'uscita di "A Strange Arrangement" sia stata cosa buona e giusta, lo dimostra la pioggia di commenti entusiasti di tanti colleghi folgorati sulla via di Detroit, come Justin Timberlake o Alicia Keys, che ultimamente pare non ascoltino altro. Gilles Peterson, che qualche dischello ogni tanto l'ascolta, ne ha parlato come uno degli album più massicci ("biggest") del 2009. E a tutti quelli che storcono un po' il naso di fronte a una nuova operazione nostalgia, per quanto ben confezionata, la risposta la da quella vecchia volpe di Mark Ronson:
"I have no idea what this is, old or new, but it’s fucking good!!!"
Qui la sua cover live di Paper Planes di M.I.A.
listen RadioNero 12 Nov

Download (83 Mb)
playlist
Mayer Hawthorne - Prelude
Mayer Hawthorne - Green eyed love
Mayer Hawthorne - Just ain't gonna work out
Mayer Hawthorne - Maybe so,maybe no
Mayer Hawthorne - A strange arrangement
Mayer Hawthorne - The ills
Mayer Hawthorne - Green Eyed Love (Classixx Remix)
Klaxons - As Above, So Below (Justice Remix)
Trus'me - Drilling
Jose James - Desire (Moodymann Remix)
OOIOO - Open Your Eyes You Can Fly
Charlotte Gainsbourg - IRM
Shawn Lee & Clutchy Hopkins - Cross Rhodes
Midlake - Mornings Will be Kind
El Michels Affair - Shimmy Shimmy Ya
Souleance - Manana
Nicola Conte - Charade
Herbie Hancock - Maiden Voyage
Mario Biondi - Winter In America
RadioNero secret track

martedì 10 novembre 2009

Regali mirati



Ci sono amici che vanno a Madrid e, volendoti comprare un pensierino, optano per un paio di nacchere. E altri che magari si preoccupano un po' di più della customer satisfaction.

lunedì 9 novembre 2009

Personaggi storici



A gennaio, dopo aver visto questi, ero convinto di essere arrivato al fondo.
A quanto pare qualcuno s'è messo a scavare.

Pungiglione, m'hai provocato e io me te compro*.



Sono giorni che chiunque mi conosca, e conosca la mia antica passione per Sting, in tutte le forme tranne quella sessuale, si sente moralmente obbligato a segnalarmi che è uscito il suo nuovo album, o che il Sommo sarà ospite da Fazio, con una sottintesa richiesta di opinione, o di un qualunque tipo di feedback. Del tipo "Oh, è uscito il nuovo di Sting, ma figurati se tu non lo sai, sei contento? Che ne dici?". A tutte queste persone - il mio collega, vari amici, mia madre, la mia compagna - ho dato sempre risposte tra il "E quindi?" e il "Oddio, sì, ho sentito un pezzo in anteprima su Repubblica.it, una lagna inascoltabile". Anche perchè ero convinto che si trattasse del secondo capitolo di Songs from the Labyrinth, un disco di composizioni del '600, solo voce e liuto, digeribile come una peperonata a mezzanotte. Ieri sera, dopo l'ennesima segnalazione, sono stato quasi "costretto" a switchare da Inter-Roma a "Che Tempo Che Fa", ma sono arrivato tardi per ascoltare la sua performance, anche se in tempo per notare l'ennesimo tinteggiamento di barba e capelli (sul rossiccio andante: fa un disco di canti anglo-irlandesi; per la reunion dei Police era biondo platino, oltreché sbarbato: fa sempre la cosa giusta) e il cardigan di lana grossa modello "ah-se fossimo soli-in una baita-o in una magione dello yorkshire-che ti farei".
Per farla breve, con orecchio laico stamattina mi sono messo all'ascolto di "If on a Winter's night, puntini puntini". Lagnoso è lagnoso. Però emana un tepore così confortante e fa tanto, ma tanto, Natale-con i tuoi cari-in una baita-o-in una magione dello yorkshire. Poi esce co' sto freddo, lui in mezzo alla neve con il cane e il bastone, che uno pensa a un cognac, alla legna che crepita nel caminetto, e a tutte le cose che si possono fare davanti alla legna che crepita nel caminetto. Insomma, è paraculissimo, e io lo so.
Eppure.

Qui la performance + l'intervista a Fabio Fazio.

Nota a margine per Fazio e i vari recensori che riprendono distrattamente i comunicati stampa delle case discografiche. I due pezzi del disco che da più parti leggo come "inediti", "The Hounds of Winter" e "Lullaby to an anxious child", inediti non sono. Il primo è il brano d'apertura di Mercury Falling. Il secondo, bellissimo tra l'altro, è uscito come b-side del cd singolo "You Still Touch Me". Entrambi sono stati riarrangiati per l'occasione.


* Mò non esageriamo. Diciamo che ci penso.

giovedì 5 novembre 2009

RadioNero introduces LURA



Quando si parla di Lura, soprattutto se si cerca di fornire delle coordinate a chi ancora non l'ha incontrata, è inevitabile fare riferimento a Cesaria Evora. È una comoda scorciatoia per arrivare a capirsi con l'interlocutore. Mi è successo poco tempo fa. "Lura? Chi è?" - "Hai presente Cesaria Evora? Beh, se ti piace lei siamo a buon punto". Le scorciatoie sono utili per arrivare presto. Ma se uno il viaggio se lo vuole godere, meglio prendersi il tempo che serve. Perchè la regina della morna, Capo Verde, la sodade sono degli innegabili punti di partenza. Ma per cogliere tutte le sfumature del paesaggio offerto dalla giovane cantante di Lisbona, di origini capoverdiane, è necessario allargare lo sguardo e andare oltre. Soprattutto in questo Eclipse, il suo quinto lavoro in studio. Sud America, Mediterraneo, Africa ovvio. Struggimenti ed energia pulsante. "Canta um Tango" rarefatto coi napoletani Kantango e ci fa ballare al ritmo ossessivo di "Tabanka" (chissà cosa diventerebbe nelle mani dei Da Lata o di Martin Solveig). Una composizione ricca di stimoli, tenuti insieme da una personalità interpretativa regale. Lura è elegante, sensuale, ormai si muove sulla scena con la sicurezza di una diva consumata. Con Eclipse sta ridefinendo lo standard musicale della sua terra.
"Capo Verde?" "Hai presente Lura?"
RadioNero 05 novembre '09

download (79 Mb)
playlist
Lura & Kantango - Canta Um Tango
Lura - Libramor
Lura - Terra'L
Lura - Maria
Lura - Tabanka
Seu Jorge - Convite Para Vida
Femi Kuti - Beng Beng Beng (Da lata remix)
Laberge - We Don't Know
Daniel Merriweather - Getting Out
James Kind - California Lady
Ricky Allen - No Better Time Than Now
The Bamboos - Happy
The Week That Was - Scratch The Surface
Phoenix - 1901
Offlaga Disco Pax - Cinnamon
The bird and the bee - Love letter to Japan
Superimposers - Would it be impossible
RadioNero secret track

Eo, eo, nannannao.



A giudicare dal contatore di youtube e dai commenti dei miei colleghi, ero rimasto tra i pochi a non aver ancora visto questo altissimo momento di televisione. Anche se, dopo, qualche dubbio sulla loro spontaneità uno se lo fa venire (fratelli Capone è vagamente sospetto), sfido chiunque a non contorcersi dalle risate.

martedì 3 novembre 2009

venerdì 30 ottobre 2009

Detto questo, Andy, fa un po' come te pare.



La "lettera d'incarico" con cui Mick Jagger commissiona a Andy Warhol quella che diventerà questa copertina (nell'originale la zip si apre davvero).
Prego notare il "please right back saying how much money you would like".

Qui un po' di aneddoti sulla copertina.

giovedì 29 ottobre 2009

RadioNero introduces THE RAah PROJECT



Se fosse un film sarebbe senz'altro un noir. Metropoli anni '50, strade buie, vapori dai tombini, loschi figuri con trench e borsalino. Cose così. Atmosfere vissute cinematograficamente tante volte, che negli ultimi anni avevano trovato una colonna sonora ideale nel lavoro di Cinematic Orchestra, Skalpel o Matthew Herbert, versante Big Band, giusto per citare gli interpreti più stimolanti di un genere che sembrava aver esaurito le tradizionali possibilità espressive. Ebbene, qui si va ancora oltre. The Raah Project, polimorfa creatura sonora degli australiani Tamil Rogeon and Ryan Ritchie, è una pellicola dalla trama ancora più fitta. Perchè alle ambientazioni e ai personaggi di sopra si aggiungono, come co-protagoniste, inedite caratterizzazioni soul che riscaldano tutto il film, rendendolo decisamente più coinvolgente dei suoi predecessori "di genere". Certo, gli ingredienti non sono nuovi. Ma l'alchimia che tiene tutto insieme in questo "Score" è tale da poter dire, e lo stanno dicendo davvero in tanti, che siamo di fronte a un'opera prima di assoluto spessore. Certamente per la neonata etichetta Summer Dawn sarebbe stato difficile immaginare un esordio più deflagrante.

n.b. stasera la puntata sarà solo "musicale", niente voce del sottoscritto. Buona "visione".
RadioNero 29 ottobre '09

Qui potete scaricare la puntata in mp3 (87 Mb)
playlist
The Raah Project - Funeral Wedding
The Raah Project - Will You Be There
The Raah Project - Swing On Her Shoes Movement 2
The Raah Project - Trick Of The Light
Innersphere - Out of Body (Weatherall Mix)
Rehash - Gratuitous Theft In The Rain
Dynamic Syncopation feat. Mass Influence - 2 the Left
Little Dragon - No Love
Mocky - Music to my ears
Christian Prommers Drumlesson - Rej
Anita O'Day - It Never Entered My Mind (at Mister Kelly's)
Califone - 1928
Barzin - Stayed Too Long In This Place
Skalpel - Shivers
Morphine - Souvenir
Erik Truffaz - La Vie Continue
Miles Davis - Mr. Freedom X
Krzysztof Komeda - Pushing The Car
Gato Barbieri - Why Did She Choose You
Bill Evans - Epilogue
Vinicio Capossela - Nella pioggia (live @ Radio1)
RadioNero secret track

Kings of Convenience @ Auditorium Conciliazione



Una bella serata. Due ore di buona musica, grande affiatamento tra i due (quattro per metà concerto), Erlend mattatore irresistibile. Tutto come previsto. It happened again.

martedì 27 ottobre 2009

Un altro modo



Non so chi si occupi della manutenzione del sito personale del governatore del Lazio Piero Marrazzo. Però forse sarebbe il caso di accelerare "la fase di aggiornamento".

giovedì 22 ottobre 2009

Give me mercy



Sì, lo so. Ieri era previsto il programma ma ho dato buca, anche se avevo promesso di essere più costante. Per farmi perdonare, ho aperto il baule delle cose preziose e ho caricato sul player a destra queste dodici gemme di soul assai raro. Difficile preferire una all'altra, però non posso non segnalarvi il devastante pezzo d'apertura (suonato dai signori qua sopra), una sfiziosa variante cinese di Bang Bang di Nancy Sinatra, il prototipo di I got you (I feel good) di James Brown e l'ipnotico jazz-funk in chiusura.
Insomma, ascoltatevele tutte. E fatemi sapere.

Ruff Francis & The Illusions - Give me mercy
James Lewis & The Case of Tyme - Manifesto
Betty Chung - Bang bang
Yvonne Fair & the Famous Flames - I found you
Elaine Delmar - Sneaking up to you
Angels - My boyfriend's back
The Charmels - I'll never grow old
The Beginning Of The End - Pretty girl
Fred Williams & The Jewels Band - Tell her
Eddie Drenon - Do it nice & easy
Labi Siffre - Doctor doctor
David "Fathead" Newman - Dance of the honey bee and the funky fl
y

Metti un quartetto d'archi la sera di Real-Milan

La cronaca e il video di uno scherzo che ogni fidanzata calciofoba sognerebbe di fare.
Ideato da JWT per Heineken.

La lampada assassina



In (trepida) attesa di andare a vedere Up, il nuovo probabile capolavoro Pixar, ho trovato questa inquietante e geniale parodia della celebre lampada.

sabato 17 ottobre 2009

Brian & Katie



Altro che Brian & Garrison...

update
Anna mi fa notare che anche loro non sono male

giovedì 15 ottobre 2009

RadioNero introduces Q-Tip



2002 - Uffici dell'Arista Records USA:

Antonio "L.A." Reid, CEO dell'etichetta Pronto?
Q-Tip Ciao Antonio, sono Kamaal.
Reid Kamaal, Kamaal...
Q-Tip Q-Tip
R Ah, Q-Tip, non lo potevi dire subito?!
Q Vabbè, quando ti chiama Puff Daddy, dice "sono Sean", non dice sono "Puff".
R Sì, ok. Cosa vuoi?
Q Lo sai cosa voglio...è un anno che vi rigirate tra le mani quel materiale...che dobbiamo fare? Mi avevi detto che per quest'anno lo facevate uscire..
R Avevo detto "vediamo"
Q Come "vediamo"? Amplified è andato alla grande no? Qual è il problema?
R Questo non funzia
Q Ma che cazzo dici? Ma l'hai ascoltato almeno? è il mio miglior disco di sempre...forse neanche con la Tribe ho mai messo insieme roba del genere
R proprio perchè l'ho ascoltato, ti dico che è meglio aspettare
Q Aspettare cosa?
R Che i tempi diventino maturi... il disco vale, per carità, ma troppo jazz, troppe variazioni..troppi assoli...e poi...
Q Poi?
R Tu sei un rapper? Rappa. La gente compra i tuoi dischi per questo. Non per vederti scimmiottare Prince
Q Ma che stai a dì?! Sono mesi che arrivano commenti entusiasti da quelli a cui avete mandato i promo
R Sì, ma quelli i dischi non li pagano. Chiedi a un ragazzetto di 15 anni se si comprerebbe sta roba! Non la capiscono.
Q Secondo me sei tu che non la capisci! Clive (Davis, fondatore e CEO fino al 1999 ndr) l'avrebbe pubblicato subito.
R Ora comando io.
Q Ma siete l'etichetta che ha pubblicato Gil Scott Heron, cazzo! Quello rappava nel 1975, quando il rap manco esisteva, e allora non si sono fatti tutte ste pippe sullo scarso "potenziale commerciale"!
R Il mondo non è più lo stesso. E, con rispetto parlando, tu non sei Gil Scott-Heron
Q Mi sa che anche la mia etichetta non sarà più la stessa
R Stanotte non dormo
Q Datemi i nastri
R Io non so che farmene, parla con l'ufficio legale e mettetevi d'accordo.
Q Vaffanculo!
R Non è il modo migliore per iniziare una trattativa..
Q (click)

Kamaal The Abstract è uscito il mese scorso con la Battery Records. Temo che la Arista abbia fatto una grossa cazzata.
ascolta RadioNero 15 ottobre '09

scarica la puntata
playlist
Q-Tip - Feelin'
Q-Tip - Barely In Love
Q-Tip - Heels
Q-Tip - Caring
Q-Tip - Even If It Is So

King Biscuit Time - I Walk the Earth
Q - The Voice of Q
Mocky - Golden dream
Koola Lobitos - Ololufe Mi
Wilson Simonal - Crioula
Claudette Soares - Eles Querem E Amar
Luiz de Aquino - Noites Claras
Bobby Gentry - Fancy
Greyboy feat Sharon Jones - Got To Be A Love
Mark Ronson Ft. Lily Allen - Oh My God [The Super Busdown Clean Remix]
Me & You - Brown Paper Bag
Dente - La Presunta Santità di Irene
Nitin Sawhney feat. Ojos de Brujo - Shadowland
Massive Attack feat. Tunde Adebimpe - Pray for Rain
RadioNero secret track

Stasera, a partire dalle 21.30, ve ne darò un assaggio nella diretta di RadioNero, che andrà avanti fino alle 23, e che potrete ascoltare cliccando qui o sul playerino in alto a destra. Per scrivermi durante il programma, MSN: antonioselvarolo[at]hotmail.com

mercoledì 14 ottobre 2009

Io, quanno ce stavano 'e partite mportanti, giocavo pure ca' febbre



Tolleranza Zoro su PD e dintorni.
Come al solito, nun se batte.

Quale periglioso abominio



Un divertente e interessante articolo di Paolo Foschini sulla campagna del Nuovo Zingarelli per salvare dall'estinzione un bel po' di parole considerate ormai desuete.

da corriere.it

lunedì 12 ottobre 2009

giovedì 8 ottobre 2009

RadioNero introduces KINGS OF CONVENIENCE



Parallel lines, move so fast,
toward the same point,
infinity is as near as it is far.


È un disco che pensavo non sarebbe più arrivato, Declaration of Dependance. Le due paralelle da un po' di anni andavano in due direzioni tutt'altro che convergenti. Anzi, per dirla tutta, a muoversi era solo Erlend, da Bergen, Norvegia. Sul palco con i Whitest Boy Alive, i suoi nuovi amichetti berlinesi, o dietro una consolle, a inventarsi il "singing Dj". Sempre a tutta velocità.
Eirik, da Bergen pure lui, se l'è sempre presa più comoda. Anche in quel concorso di geografia, nel 1986. Erlend fu il più veloce di tutti, disegnando a mano libera la mappa del mondo in 5 minuti (a quanto pare la mano è rimasta). Eirik ci mise un po' di più. L'alchimia della loro diversità nacque lì, forse. Certamente nacque un legame profondo, che dopo vent'anni e tre album, sembra assolutamente inscalfibile. Erlend ha lasciato Berlino, ed è tornato a casa. Eirik da casa non s'è mai mosso, anche se è stato raggiunto da un figlio.
Per quello che mi riguarda, oggi non è questione di stabilire se l'ultimo disco dei Kings of Convenience è al livello degli altri due. Se ci si può stancare (e non è il mio caso) dei loro arpeggi, di storie lievi raccontate in punta di voce, di quella coperta avvolgente che è la loro malinconia.
È la scoperta che due parallele possono sempre trovare un posto dove ritrovarsi. Se dipendono l'una dall'altra.
ascolta RadioNero 07 ottobre '09

scarica la puntata (82 MB)
playlist
Kings of Convenience - 24 To 25
Kings of Convenience - Mrs Cold
Kings of Convenience - Riot On An Empty Street
Kings of Convenience - Peacetime Resistance
Kings of Convenience - Freedom And Its Owner
Kings of Convenience - Scars On Land
Rino Gaetano - Sfiorivano le viole
Barbara Lewis - Hello Stranger
Señor Coconut - Around the World (Intro)
Quantic & Nickodemus - Mi Swing Es Tropical
Radiance feat. Andrea Stone - You're my number 1
Miamik (Llorca) - Insatiable (Original Studio Mix)
Uptown Funk Empire feat. Noel Mc Koy- No One Gonna Stop Us Now
Matias Aguayo - Rollerskate (Radio Edit)
Mstrkrft feat. John Legend - Heartbreaker
Empire of the Sun - Standing On The Shore
Radiohead - Climbing Up The Walls
Melissa Laveaux feat. Mocky - Crazy in love
The Beginning Of The End - Pretty Girl
RadioNero secret track

Stasera, a partire dalle 21.30, ve ne darò un assaggio nella diretta di RadioNero, che andrà avanti fino alle 23, e che potrete ascoltare cliccando qui o sul playerino in alto a destra.
Per scrivermi durante il programma, MSN: antonioselvarolo[at]hotmail.com

mercoledì 7 ottobre 2009

Meno male che Silvio ce



"Queste cose a me mi caricano, agli italiani gli caricano.
Viva l'Italia, viva Berlusconi".

venerdì 2 ottobre 2009

I tuoi genitori erano più fighi di te



Before the fanny packs and Andrea Bocelli concerts, your parents (and grandparents) were once free-wheeling, fashion-forward, and super awesome.
È la considerazione che ha ispirato il blog MY PARENTS ARE AWESOME.

venerdì 25 settembre 2009

Facci è o ci fa?



Che differenza c'è tra il Filippo Facci intervistato ieri sera ad Anno Zero (dal minuto 3.15 del video qua sopra, ma anche qui ) e quello che scriveva questo solo tre mesi fa? Io faccio fatica a capire quale sia quello vero.
Che il nostro indefesso fustigatore di qualunquisti e ossessionati dal regime berlusconiano stia per mandare un cv al Fatto Quotidiano?

update 28.09
Travaglio sull'argomento e su tutti quelli "sempre stati contro".

lunedì 3 agosto 2009

MadMeniamoci



In attesa della terza serie, un giochino per tutti i Mad Men addicted.
Io sarei come il damerino qua sopra.

visto sul blog di smeerch

martedì 28 luglio 2009

Good things from Norway



I Kings of Convenience sono di nuovo in circolazione.
Il 2 ottobre esce Declaration of Dependence, il loro terzo album studio. Dal 3 inizia il tour da Stoccolma. Il 28 ottobre saranno a Roma, il 29 a Milano.
Mrs Cold
Boat behind
Waiting in vain (Bob Marley cover)

lunedì 20 luglio 2009

Flop Massimo



Se sabato sera al Circo Massimo non fosse stato organizzato nessun evento, e si fossero contate le persone presenti lì a prescindere - chi per stendersi sul prato a guardare le stelle, chi a suonare un bonghetto attorno a un falò - il numero sarebbe stato certamente superiore a quello registrato per la "Nastro Azzurro Summer Experience", che per l'occasione prevedeva un dj set nientemeno che dei Jazzanova. Ora, escludendo con una certa sicurezza l'appeal irresistibile della vicina festa mescolata-non-agitata del Pd presso il pubblico ggiovane della capitale, resta solo da sapere chi si è occupato della promozione della serata, per chiedergli, gentilmente, di cambiare mestiere. Perchè di sabato sera, una sera d'estate di quelle che andresti a zonzo per tutta la notte, al Circo Masssimo, nel centro di Roma, aggratisse, con la performance di uno dei nomi della dance/elettronica più conosciuti al mondo, non puoi radunare si e no 50 persone, e neanche contemporaneamente. Dice "ma che te frega, mica sei il signor Nastro Azzurro?!" Me frega, perchè il signor Alex Barck, 1/6 del succitato collettivo berlinese, ha regalato una performance di una tale classe - con un omaggio finale a Jacko inatteso quanto graditissimo - da non meritarsi una pista così tristemente vuota. Dice "ma tu te la sei goduta, che te frega?!" Me frega, perchè dopo sto mortorio ci vorranno parecchie casse di birra omaggio per convincere il signor Barck, o uno degli altri cinque, a scendere di nuovo sotto la linea gotica.
Ma tanto a voi che ve frega, voi c'avete la Notte della Taranta.

Michael Jackson - Can't Help It ( Todd Terje edit)

venerdì 17 luglio 2009

Tand Salut



Smeerch mi segnala questa specie di "Carramba" ante-litteram, trasmessa da quelli di Blob il 12 Luglio. Un documento per capire come eravamo quaranta/cinquant'anni fa. Ma soprattuttto una delle cose più divertenti che siano passate in televisione negli ulitmi tempi.
Qui la seconda parte.

domenica 12 luglio 2009

lunedì 29 giugno 2009

Parla Straniero ma si capisce



Il video è un fuori-onda tra Roberto Straniero, giornalista dell'emittente locale pugliese TeleSveva, e Francesco Ventola, presidente della neonata provincia di Barletta-Andria-Trani, poco prima di una trasmissione elettorale.
Una sorta di "De Moralitate" in versione italo-barlettana, aggiornato con i riferimenti alle attuali vicende del nostro Presidente del Consiglio. Superfluo dire che sta già diventando un cult.
Temo che alcuni dettagli socio-linguistici non potranno essere colti da cittadini residenti fuori dal triangolo sopracitato. Però vale comunque la pena.
E comunque il sottoscritto è a disposizione per eventuali chiarimenti.

domenica 28 giugno 2009

Turn on, Tune in, Rock out!



Sarà pure un po' ruffiano, sarà che "i favolosi anni Sessanta" mantengono sempre il fascino del mito, sarà che con una colonna sonora così è tutto più semplice, ma "I love Radio Rock" è assolutamente la cosa più adrenalinica, divertente, poetica che mi sia capitato di vedere al cinema negli ultimi tempi.
Qui il trailer italiano

sabato 27 giugno 2009

Vabbè, mo si può dire tutto



Il magone c'è, senza dubbio. E anche l'irresistibile tentazione di magnificare qualsiasi cosa l'abbia riguardato negli ultimi trent'anni. Solo che, affermare che l'album di Michael Jackson non ancora pubblicato (probabilmente si chiamerà "Xscape"), è "un Off The Wall per le generazioni di oggi con canzoni pop perfette", come ha fatto Will I Am dei Black Eyed Peas, è una cosa buona solo per fare un po' di promozione al disco. Che sicuramente non ne avrà bisogno.
Io qualche pezzo l'ho ascoltato (lo trovate nei commenti), e ho avuto la conferma che le idee e l'anima di Jacko (e dei produttori a cui si è affidato) sono rimaste ferme a Dangerous, che già rappresentava il Michael Jackson calante. A parte "Bigger Man", R&B vecchia maniera con un bel flow, il resto è poca roba (ma magari le sorprese arriveranno con l'uscita ufficiale).
Una cosa vera, però, Will I Am l'ha detta. A chi gli chiedeva dell'album di ritorno di Jacko, lui ha risposto "non è l'album ritorno di Jackson, perché Michael non è mai finito e perché la sua musica è suonata in tutto il mondo, in ogni club".
Da ieri ancora di più.

giovedì 25 giugno 2009

RIP Michael



Michael Joseph Jackson
1958-2009

mercoledì 24 giugno 2009

Primi indizi di senilità incombente



A parte gli LCD Soundsystem, dei 59 nomi presenti nel cartellone dell'edizione appena conclusa del Sonar di Barcellona (probabilmente il più importante nell'ambito della musica elettronica), 51 non so assolutamente chi siano, 5 li ho solo sentiti nominare, uno è un dj di 40 anni.
L'altro è Grace Jones.

martedì 23 giugno 2009

Radionero introduces GOSSIP



Per oggi, RadioNero cambia giorno e fascia oraria. La puntata di stasera sarà trasmessa dalle 22 alle 23.30, e sarà aperta da "Music for men" dei Gossip, quarto album della band americana, che segue il botto di Standing in the Way of Control del 2006, e di un singolo come questo. La formula punk-disco-rock non è cambiata di molto, e nemmeno la produzione di quella vecchia volpe di Rick Rubin , che stavolta però sembra puntare con maggiore decisione su una connotazione dance del suo prodotto (Love and let love sembra Frankie Knuckles con una spruzzata di Salt'n'Pepa). E poi c'è la voce, la personalità, il corpo debordante di Beth Ditto, uno dei personaggi più incredibili che che abbia calcato lo show-biz negli ultimi anni.
Dischi cosi sexy, in un anno, non ne escono molti.
RadioNero 23 giugno '09
#

scarica la puntata (84 mb)
playlist
Gossip - Dimestore Diamond
Gossip - Heavy Cross
Gossip - Love and Let Love
Gossip - 8th Wonder
Gossip - Love Long Distance
Roxy Music - Love Is The Drug
Q Lazzarus - Goodbye Horses (Extended Version)
Jay-Jay Johanson - Lightning Strikes
DJ Vadim feat. Sarah Jones - Your Revolution
Zero 7 - Everything Up (Zizou)
Mos Def - Ms. Fat Booty
Butch Cassidy Sound System - Cissy Strut
Matti Oiling Happy Jazz Band - Baron's Beat
Marva Whitney - It's My Thing (Pt 1)
Little Barrie - Free Salute
Sugar Ray - Every Morning
Coral - Venom Cable
Steve Miller Band - Fly Like An Eagle
Toquinho & Jorge Ben - Carolina Carol Bela
Mina - Portami con te
Train to Roots - Amarsi un po'
RadioNero secret track

giovedì 18 giugno 2009

Radionero introduces DARONDO



"Forse il tuo sogno era di diventare James Brown o Frank Sinatra. Per me era solo un hobby. Suonare con gli amici, questo era divertente".
Sarebbe potuto diventare qualcuno, William Pulliam, in arte Darondo, nella California dei primi '70. Forse non James Brown, anche se una volta aveva aperto un suo concerto al Berkeley Community Theatre. Però magari, alla fama di Curtis Mayfield o Al Green, ci sarebbe potuto arrivare. Anche perchè, ascoltando questo Let My People Go, la prima cosa che mi sono chiesto è stata "Ma questo dove stava nascosto?!" Difficilmente, in un album che non sia una raccolta, si possono trovare tante gemme di soul così puro. Uno dei bassi più maschi che abbia mai sentito, con una voce dolce e ruvida allo stesso tempo. Qua e là la sua chitarra accompagnata da una sessione d'archi, a disegnare melodie senza tempo. Eppure. Eppure ci sono voluti trent'anni, e la costanza di Andrew Jervis della sempre-sia-lodata Ubiquity Records, per rintracciare questo curioso personaggio tra tutti i William Pulliam dell'elenco del telefono di San Francisco. Darondo che un disco in vita sua non l'aveva mai pubblicato, ma si era limitato a tre 45 giri, stampati in poche copie e distribuiti a qualche radio locale californiana (i soul collector oggi farebbero carte false per averne uno). "Let my people go" contiene i lati A e B di questi singoli, più altri tre brani provenienti da alcune demo portate in dote da Darondo ai suoi (ri)scopritori. Vi consiglio di non far passare altri trent'anni prima di ascoltarlo.

Stasera, a partire dalle 21.30, ve ne darò un assaggio nella diretta di RadioNero, che andrà avanti fino alle 23, e che potrete ascoltare cliccando qui o sul playerino in alto a destra. Domani, se la tecnologia non mi tradisce, posterò la registrazione della puntata.

RadioNero 18 giugno '09
#

scarica la puntata (90 Mb)
playlist
Darondo - Didn't I
Darondo - Let my People Go
Darondo - How I Got Over
Darondo - Legs
Darondo - Listen to my Song
Louis Prima, Keely Smith, Sam Butera - Felicia No Capicia
Miles Davis - The Buzzard Song
Brenton Wood - Gimme a little sign
Sharon Jones & The Dap-Kings - How Long Do I Have To Wait For You (Ticklah Remix)
John Halt - For The Love Of You
Travis Blaque - Vowel movement (Florian Keller mix)
Grandmaster Flash - Zuka The Sound
The Virgins - Rich Girls
The Whitest Boy Alive - Courage
Phoenix - Lisztomania
Offlaga Disco Pax - Onomastica (with Ginko Narayama trio)
Nitin Sawhney - Days Of Fire (feat. Natty)
Malika Ayane - Contro vento
James Brown - Never Can Say Goodbye
Massive Attack - Better Things
Piers Faccini - Two Grains Of Sand
Vinicio Capossela - Bolle di sapone
RadioNero secret track

lunedì 15 giugno 2009

AMRI Hospitals


"Before the symptoms of Parkinson's get out of hand, come to us".

Trovo che sia molto difficile, in pubblicità, coniugare efficacia e leggerezza quando si parla di malattie serie, in questo caso del morbo di Parkinson. Beh, credo che questa campagna di Ogilvy & Mather Kolkata (India) sia riuscita nell'impresa.
Qui e qui gli altri due soggetti.

domenica 14 giugno 2009

Lupin de noantri



Seconda parte

Davvero una chicca il corto "Basette" di Gabriele Mainetti, vincitore della 4a edizione del Festival del Corto 25a ora. Una divertente, per quanto malinconica, trasposizione all'amatriciana del cartone animato Lupin III, con un cast perfetto, che comprende Valerio Mastandrea (Lupin), Daniele Liotti (Goemon), Marco Giallini (Jigen), Flavio Insinna (Zenigata) e Luisa Ranieri (Fujico). Chi, come il sottoscritto, è cresciuto col mito dello smilzo ladro gentiluomo (ma soprattutto, diciamolo, della sua avvenente compagna) apprezzerà senz'altro le miriadi di citazioni, visive e sonore, disseminate lungo il film.
Compresa l'ultima, in chiusura, che è filologia pura.

Go Sam!



Qualche giorno fa è morto Sam Butera, sassofonista siculo-americano che, insieme ai suoi Witnesses e al più famoso emigrato Louis Prima, ha costituito una delle formazioni più incendiarie degli anni '50/'60. Non sono in grado di giudicare tecnicamente quanto fosse bravo rispetto ad altri sassofonisti. So solo che quando la puntina del mio giradischi finisce su una delle loro performance, soprattutto quelle del periodo "Capitol", il buonumore è garantito.

Louis Prima with Sam Butera - Oh Marie (The Wildest! 1957)