mercoledì 19 settembre 2007

Il cinema, in sintesi

Della serie "Ho letto Guerra e pace in venti minuti. È un libro che parla della Russia", ho scoperto casualmente un giochino scemo, e quindi divertententissimo, sul cinema. L'assunto di fondo è che gran parte della cinematografia mondiale, in particolare quella "romantica", sia riducibile sostanzialmente ad una dinamica darla/o-prendersela/o. In questo modo ore e ore di pellicola possono essere condensate in pochi, significativi, passaggi. Alcuni esempi:

Harry ti presento Sally
Lui: Me la dai?
Lei: Naaah, siamo amici

Lei: Son tanto triste, me lo dai?
Lui: Vabbè

Lei: Me lo ridai?
Lui: Naaah, siamo amici
Lei: Stronzo!

Lui: Ci ho ripensato, te lo ridò
Lei: Ma per sempre, però!

Bridget Jones
bridget : la voglio dare al capo, mica a te avvocato dal maglione sficato, ma mi sa che il capo non la vuole
il capo: come no, me la prendo, dai qua

bridget: porco, lo dai anche a un'altra, non te la do piu'
bridget: ora la do all'avvocato
il capo: mo la rivoglio io
bridget: no, la do all'avvocato
l'avvocato: non posso. dai si occhei dammela

Manhattan
Lui: me la dai?
Tracy: sì
Lui: ma me la dai proprio?
Tracy: sissì
Lui: ma hai diciassett'anni!
Tracy: embè? Te la do
Lui: ma così, pura e semplice?
Tracy: ma certo, guarda, te la sto dando!
Lui: Uhm, non mi convinci

Lui: E tu, me la dai?
Mary: Uhm, sì, no, forse, devo sentire il mio psicanalista, sono di Philadelphia noi crediamo in dio, Van Gogh è sopravvalutato, ora sì, ora no, sai che c'è? la ridò all'amico tuo.

Lui (a Tracy): mi sa che mi piaceva di più come me la davi tu.

Happy Days
Fonzie: Hey
Lei: eccola


Le conseguenze dell'amore

Lei: Me lo dai?
Lui: Sono triste.

Lei: Eddai, dammelo.
Lui: Sono triste, molto triste.

Lei: E dammelo!
Lui: Sono triste, molto, molto triste. Però ti regalo una Bmw.


Qui ne trovate altri, opera di miic e di un pò di gente che ha iniziato a rispondere proponendo le sue versioni. So che potete farlo anche voi.

1 commento:

Smeerch ha detto...

Miic dal vivo è un simpaticone campano.
Non credevo avesse anche una geniale dote di sintesi :D