martedì 13 febbraio 2007

Il Grillo tranchante



Beppe Grillo ha alzato il tiro, e gli strali che solitamente lanciava a Tronchetti Provera dal suo blog sono arrivati su una pagina di Repubblica di oggi, acquistata dal blogger genovese. Grillo non è nuovo a queste uscite: aveva fatto la stessa cosa un anno e mezzo fa, chiedendo le dimissioni del governatore della Banca d'Italia, Fazio. Sempre bersagli "grossi" insomma, tanto che mi viene da pensare che dietro possa esserci qualcuno. Magari un Carlo De Benedetti, proprietario di Repubblica e citato oggi da Grillo tra le vittime delle intercettazioni Telecom? A pensar male, si sa, è peccato, però...

2 commenti:

Zapruder ha detto...

Il mio "pensarmale" invece è rivolto a tutte quelle persone coinvolte dalle accuse di Grillo che da mesi non riescono ad entrare nel merito e a rispondere ad accuse circostanziate senza cadere nel ridicolo (no dico, le hai viste le conferenze stampa di Tronchetti?). Segno che non riescono a difendersi neanche loro. E non stiamo parlando della dietrologia classica dei blogger, che nel tuo caso mi fa un po' incazzare ma per la quale posso dirti poco o nulla (siamo al bar, no?), ma di gente che purtroppo ha come unica arma il classico "stai zitto che fai schifo pure tu", ormai sport nazionale in Italia.

poetadisottofondo ha detto...

no, fla, per carità...io sto dalla parte di Grillo tutta la vita...certa gente in altri paesi sarebbe come minimo sparita di corsa e invece è ancora salda sulla sua poltrona..
la mia ipotesi era solo un modo per discuterci sopra e, "sostanzialmente", per buttarla un pò in caciara :)