mercoledì 21 marzo 2007

Tommaso celo, Giuda manca



Va bene che Dio ha scelto di scendere sulla terra assumendo sembianze umane (e anche il calciatore è un uomo). Va bene che il culto, in assenza d'altro, si deve basare su qualcosa di tangibile. Va bene pure mettersi in sintonia con lo (scarso) spirito del nostro tempo. Ma l'Album con le figurine dei Santi, presentato ieri in Vaticano con tanto di benedizione, non si può sentire. Ma poi mi chiedevo, lo scudetto sarà uno solo? Ci saranno Santi di serie A, B, C? E i santi Dilettanti, ci saranno? Quelli di serie B, tipo Cosma e Damiano, andranno a coppie? Quanti Bartolomei ci vorranno per un San Pietro? E con la Nazionale, come si fa? In effetti per quella ci sarebbero gli Apostoli ma uno sarebbe di troppo...ah no, è vero, "quello" è stato escluso per scelta tecnica.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Propongo una formazione:

Portiere: S.Ermete (come chiude la porta lui..)

Terzino destro e terzino sinistro: S.Fantino e S.Donato (due galoppatori)

Difensori centrali: S.Pietro e Paolo

Mediano: S.Modesto

Ala destra: S.Michele
Ala sinistra: S.Raffaele
Ala di scorta: S.Gabriele

Rifinitore/fantasista: S.Beniamino (l’idolo della tifoseria cattolica)

Attaccanti: S.Silvestro (certi botti) e S.Fortunato (l’opportunista)

Allenatore: Gesù di Nazareth

Arbitro preferito: S.Clemente

sav

Anonimo ha detto...

ahah, già m'immagino l'autorete di Giuda

poetadisottofondo ha detto...

eh eh.."prima che l'arbitro fischi, tu sbaglierai tre goal"

San Tommaso sarebbe perfetto alla moviola